La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

CCIR

I TWEET

#StatiUniti, nuovo record per il mercato dell’#aeronautica commerciale https://t.co/GWFMGB2xj2
The #UnitedKingdom is free to revoke unilaterally the notification of its intention to withdraw from the EU https://t.co/V6ar39syyP

Invitalia S.p.A. ha deliberato quattro nuovi Contratti di sviluppo per un totale di 40,5 milioni di euro di agevolazioni, di cui 20,5 a fondo perduto. Di rilievo è l’impatto occupazionale previsto: 177 i nuovi posti di lavoro e 303 i confermati. Le agevolazioni consentiranno di avviare una serie d’investimenti per il rinnovo tecnologico,

l’incremento e l’efficienza energetica e per la riduzione dell’impatto ambientale su tutto il territorio nazionale: da Caserta ed Avellino dove sarà sviluppata componentistica in alluminio per il settore automotive, aRovigo dove la Cargill Srl svilupperà processi innovativi nel settore alimentare. E ancora: da Potenza, con il nuovo polo motoristico aereonautico, allo stabilimento dell’Agla Power a Sant’Ambrogio di Torino dove le agevolazioni consentiranno di sviluppare ulteriormente la ricerca per innovare i prodotti destinati alle più grandi case automobilistiche mondiali: Jaguar, Audi, Fiat, alla General Motors, alla Maserati.

Diventano così 126 le aziende italiane che hanno usufruito del supporto, anche strategico, di INVITALIA S.p.A. attraverso i Contratti di sviluppo (Cds), per un totale di 5 miliardi di investimenti attivati e di circa  67.500 i posti di lavoro creati o salvaguardati.

Con il Cds, INVITALIA Spa - l’Agenzia per lo sviluppo del Paese, sostiene gli investimenti di grandi dimensioni nel settore industriale, turistico e di tutela ambientale. Il Cds favorisce la realizzazione di programmi strategici e innovativi per rafforzare la struttura produttiva del Paese attraendo anche investimenti esteri. L’investimento complessivo minimo richiesto è di 20 milioni di euro.  Solo per attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli si riduce a 7,5 milioni di euro. I

NVITALIA gestisce il Contratto di Sviluppo: riceve le domande, valuta i progetti, concede ed eroga le agevolazioni.

 

 

 

 

EN IT